THE MAN’S ART

Il  vernissage  nelle galleria Art Studio Loreta Larkina  insieme con  XXII Secolo Associates dibatte un’attuale percezione introspettiva del mondo maschile nell’Arte.

Una visione moderna, un’indagine approfondita sull’espressione dei sentimenti.

Un periodo di decadenza che si contrappone al nuovo pensiero di RISORGIMENTO, nell’Arte;   una nuova identità, un nuovo schema sociale di valori espressi.

Una forma di CONTROCULTURA per contrapporsi ai paradigmi dominanti e forzare gli schemi ritornando ad un mondo arcaico dove l’anima si mette a nudo ed esprime esattamente ciò che viene dall’infinito.

Interrogarsi da dove si viene e dove si va è proprio dell’uomo e ciò implica un’origine a cui tornare, ma finché non possediamo il concetto di ciò che sta avvenendo è come se ci fosse una svalutazione dell’Arte e dell’individuo.

Perciò all’interno del percorso della mostra si snodano una molteplicità di viaggi che hanno a che fare con la visione che costruisce una forma, la quale, a sua volta, genera sogni, incanti e nuova oggettività;  il viaggio interiore si sublima in figure, dipinti e oggetti di valore altamente simbolico, dove per simbolo intendiamo un’unione di più contenuti universali tramutati in potente e archetipico sistema comunicativo.

Seminatori di speranze future, nuove germinazioni nascono dalla materia, dal colore, dalla cenere di passate civiltà;  potenza di elementi ciclicamente rinnovati.

Identità oscure che si palesano e divengono nuovo costrutto per scrutare il cielo:  IPERURANIO; esse rappresentano l’interazione fra le parti nascoste, spesso difficilmente accessibili e poco adatte a essere descritte con parole:  occorre innalzare lo spirito e spiegare a tutti che l’uomo c’è  e non ha paura di esprimere le proprie debolezze, anzi, da quelle edifica, costruisce, crea opere d’Arte dal valore eterno.