Energia dell'anima

La galleria di Loreta Larkina sita a Fano , Corso Matteotti 43,  ospiterà a partire  dal 10 ottobre per due settimane , le opere della serie " Energia dell'anima" . Saranno presenti 21  artisti  con le energie  e tecniche  diverse.
Tutto è energia, e in Arte, specialmente, sono pulsioni che... scaturiscono dall'anima, vibrazioni che creano e distruggono, muovono corpo e mente; sono l'apoteosi della natura stessa.”
Durante l'inaugurazione, che si terrà il sabato  10 ottobre  alle ore 18  sarà presente critico d'arte Vittorio Sgarbi.
 
Questa mostra ci propone ventuno ENERGIE che i sentimenti e le passioni degli artisti hanno generato; mi piacerebbe paragonarli ad un fiume che, incanalato, produce energia elettrica: in questo caso l’energia si chiama BELLEZZA.
La bellezza è la caratteristica delle opere d’arte, e queste sono le peculiarità del nostro Paese e della nostra civiltà. I nostri ventuno artisti ci invitano a riprendere il cammino ed a lasciarci sorprendere alla scoperta di quella che Vittorio Sgarbi definisce “l’Italia delle meraviglie”; io aggiungerei, frutto del passato, del presente e del futuro.
Fortunatamente la nostra società permette agli artisti di esprimersi, e questa sera all’“Art Gallery Santa Teresa” abbiamo la fortuna di inaugurare una mostra con opere selezionate di maestri provenienti da tutta la penisola. Questa è proprio una fortuna, ma da domani dobbiamo riprendere il cammino alla scoperta delle meraviglie e nell’approfondimento dell’arte pittorica di questi artisti; il nostro compito più difficile è quello di farci testimoni e promulgatori della bellezza verso chi ci sta vicino e non comprende la bellezza di questo mondo. Lavorando ai Musei Civici di Pesaro ed accompagnando spesso i visitatori, quando arrivo alle ultime due sale dedicate al Novecento sento il peso e la responsabilità di spiegarle solamente, sapendo che i visitatori si aspettano da me una spiegazione simile a quanto ho fatto in precedenza con la pala del Bellini, col Reni e le ceramiche, ma ciò non mi è possibile.
L’arte contemporanea non può essere descritta; può essere compresa e va vissuta. E mi torna in mente una frase del Manifesto tecnico della pittura Futurista che afferma “per concepire la bellezza nuova di un quadro moderno bisogna che l’anima ridiventi pura…”. Noi, che ci troviamo qui questa sera, uscendo dovremmo diventare dei veri missionari e, immaginando - permettetemelo scherzando – di essere il vostro sacerdote, avviandomi alla conclusione, vi vorrei esortare con una frase di Vittorio Sgarbi “non siate pigri, perché dalla vostra meraviglia deriva la vita dell’arte”.

 Artisti  presenti in mostra:  Pietro Annigoni, Luigi Giagnorio, Giulio Gamberucci, Stefano D'acuno, Diego Mandolini, Andrea Rossi, Federico Candotto, Lorella Libralesso, Bruno Benfenati, Maria Grazia Marniga, Daniela Grifoni, Arnaldo Mangolini, Prienne, Gino Loperfido, Silvia Papotto, Sergio Muntoni, Stefano Pani, Erica Franceschelli, Valentina Azzini, Francesca Siriani, Liliana Comes